Che cosa s'intende per Ortodonzia?

Hai mai sentito parlare dell'Apparecchio ai denti?

L’ortodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, diagnosi e trattamento delle malposizioni dei denti e delle ossa facciali del paziente. Lo scopo dell’ortodonzia non è solo quello di migliorare l’aspetto estetico del paziente, ma masticazione e quei disturbi articolari derivanti da cattiva occlusione. Avere i “denti dritti” o per meglio dire un’occlusione dentaria perfettamente bilanciata, è un fattore di prevenzione e benessere per tutto il cavo orale nel lungo periodo, in quanto:
– permette una migliore detersione dei denti
– riduce gli attacchi della placca batterica
– rende più predicibile un qualsiasi intervento in bocca

I principali obiettivi del trattamento ortodontico sono:
1) Allineamento corretto dei denti
2) Salute dei denti e del loro apparato di sostegno
3) Buona estetica del viso
4) Efficienza della funzione masticatoria e quindi digestiva del paziente
5) Stabilità nel tempo di salute e risultati ottenuti dal paziente

Hai bisogno di ulteriori informazioni?

Scrivici su Whatsapp, ti risponderemo al più presto!

Quando richiedere un Controllo Ortodontico?

Come risaputo, molti problemi di salute hanno origine da quelli dentali: l’ideale infatti è sottoporre già i bambini di 5/6 anni ad un primo controllo ortodontico, così da intercettare per tempo eventuali necessità di terapia con l’apparecchio giusto.
Anche qualora la valutazione clinica non ravvisasse alcun tipo di anomalia, l’ortodontista chiederà di rivedere il bambino negli anni successivi per monitorare nel tempo il corretto sviluppo della dentatura ed entità e direzione di crescita delle strutture scheletriche del complesso cranio-facciale. In alcuni casi l’ortodontista può richiedere ugualmente un orthopantomografia – radiografia delle arcate dentarie – per verificare presenza e posizionamento degli elementi permanenti non ancora erotti. Lo specialista fornirà sempre e comunque utili consigli per l’igiene orale e la prevenzione delle affezioni del cavo orale.

Va sottolineato che sebbene l’ideale sia iniziare da piccoli, non è mai troppo tardi per correggere e migliorare la salute e l’estetica del tuo sorriso. La terapia ortodontica non è appannaggio unicamente dei piccoli pazienti, ma può essere ritagliata su misura anche per il paziente adulto, con l’utilizzo di apparecchiature estetiche di basso impatto sulle sue ormai collaudate abitudini di vita.

Quando è necessario mettere l'Apprecchio fisso e/o mobile?

In alcuni fortunati casi, la risposta potrebbe essere mai.
Una buona prassi per il mantenimento e/o il miglioramento della salute personale è però quella di regalarsi cicliche visite dal dentista, non solo per sedute d’igiene orale professionale o consigli dall’esperto, ma per intercettare per tempo eventuali necessità.

In Ortodonzia si tendono tuttavia a prediligere determinati tipi di approccio e trattamenti a seconda della fascia d’età cui appartengono i pazienzi:
– Dai 5 ai 9 anni: in questa fase infantile è presente una dentatura mista, solitamente è possibile intraprendere una terapia intercettiva utilizzando apparecchi fissi e mobili. Lo scopo di un trattamento ortodontico in questa fascia d’età è quello di guidare lo sviluppo delle ossa mascellari e quindi l’eruzione dei denti permanenti in posizione corretta
– Dai 10 ai 18 anni: nella fase adolescenziale è possibile intraprendere una terapia ortodontica vera e propria, gestendo l’allineamento dentale con apparecchiature fisse di varie tipologie. Se in precedenza il paziente è stato sottoposto ad un trattamento intercettivo ci si trova facilitati in questa fase, poichè sarà già predisposto il corretto rapporto delle arcate dentarie ed il sufficiente spazio per l’allineamento dentale, eliminando il rischio di interferenze muscolari o articolari che potrebbero ostacolare il trattamento
– Dai 18 in su: in ortodonzia si parla di adulto quando la crescita cranio-facciale è terminata e la dentizione permanente completa. Diversamente da quanto si è portati a credere, in questa fase è ancora possibile intervenire con un trattamento ortodontico, il quale può anzi rivelarsi assolutamente necessario soprattutto se ci si è trascurati in precedenza. La terapia ortodondica in età adulta non ha infatti soltanto lo scopo dell’allineamento dentale, ma sopratutto la creazione di contatti ideali fra le arcate superiore ed inferiore per porre rimedio a problematiche funzionali di varia natura