• by kild
  • April 13, 2022
  • 15
  • 0

I bambini sono i soggetti più a rischio per sviluppare le carie, sia sui denti decidui ( da latte) che su quelli permanenti, per cui è fondamentale fare molta attenzione dopo l’allattamento ad alimentare i bambini con una dieta varia, senza esagerare con gli zuccheri, come caramelle, dolci, succhi di frutta ecc.

Infatti già da un anno i bambini possono sviluppare delle carie sui denti da latte, in particolare per i denti anteriori si creano delle carie provocate dell’assunzione dei succhi di frutta prima di andare a dormire, ragion per cui è importantissimo lavare i denti dei bambini appena spuntano i primi dentini. E’ importantissimo spazzolare i denti ai bambini dopo la somministrazione di succhi di frutta o altre bevande zuccherate.
Le carie dei denti decidui in particolare dei molaretti da latte sono molto dolorose, perchè di solito avvengono tra un dente e l’altro, provocando la rottura del dentino e la creazione di uno spazio tra due denti che durante la masticazione si riempie di residui alimentari e provoca la cosiddetta -sindrome del setto-, che è una condizione molto dolorosa che di solito impedisce l bambino di dormire di notte ( e quindi anche ai genitori) a causa del dolore fortissimo.

La cosa ideale è prevenire che si formino queste carie, utilizzando un dentifricio al fluoro oppure assumendo il fluoro in gocce per via orale, naturalmente dopo averne parlato con il proprio pediatra. Anche una dieta varia ed equilibrata ricca di fibre ( verdure e legumi) è importantissima per ridurre l’incidenza di carie, vanno sempre limitati per quanto possibile i cibi contenenti zuccheri a rapido assorbimento, come caramelle, cioccolatini, merendine, e dolciumi vari.

Ricordo infine che curare i denti ai bambini piccoli (1-6 anni ) è estremamente difficile per la mancanza di collaborazione che i piccoli hanno nei confronti del dentista, per cui è sempre meglio una corretta prevenzione che arrivare dal dentista col mal di denti, senza aver dormito la notte, per il dolore patito dal bambino..

Consiglio quindi di spazzolare i denti tre volte al giorno da quando spuntano i primi dentini, utilizzando un dentifricio specifico per i bambini.

Per quanto riguarda le malocclusioni ( mancato allineamento arcate dentali, morso aperto, morso profondo, morso incrociato, ecc) molto spesso sono legate ad una condizione di crescita delle ossa mascellari asimmetrica ( e quindi risolvibili solo con l’apparecchio ortodontico), ma alcune volte sono causate anche da abitudini scorrette, come quella di portare il ciuccio oltre il primo anno di vita del bambino.

Infatti in caso di mantenimento del ciuccio per lungo tempo si può verificare una condizione definita “morso aperto”, poiché la parte gommosa del ciuccio, mantenendo staccati i denti anteriori ne impedisce il corretto sviluppo e crea una finestra tra i denti superiori ed inferiori. Questo comporta poi l’impossibilità di mordere determinati cibi con i denti anteriori (perchè non toccano, quindi non tagliano i cibi), e a cascata altre malocclusioni.

Altra condizione che può portare a malocclusioni è la respirazione orale, cioè il bambino anziché respirare dal naso respira dalla bocca, per la presenza di adenoidi ipertrofiche.
Se ci accorgiamo che il bambino tende a respirare spesso con la bocca aperta, se di notte russa conviene sottoporlo ad una visita presso un Otorinolaringoiatra, in modo da verificare che non ci siano problemi alle adenoidi o alle tonsille.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *